Progettazione di barriere permeabili reattive per la bonifica di acquiferi contaminati da metalli pesanti

Sommario

Sommario

Le Barriere permeabili reattive (BPR) rappresentano una recente tecnica di bonifica in situ per il trattamento di acque di falda contaminate. Nella configurazione più semplice una BPR è rappresentata da un diaframma permeabile riempito di materiale reattivo che, posto perpendicolarmente al flusso di falda, consente mediante meccanismi chimici, fisici, biologici o misti di immobilizzare o trasformare gli inquinanti in esso disciolti. Il meccanismo di filtrazione attraverso la barriera permeabile è principalmente dovuto al gradiente idraulico di falda e pertanto tale tecnica di bonifica non necessita di alcuna energia per il suo funzionamento (tecnica di tipo passivo).

Nella presente memoria sono illustrate le principali modalità costruttive, configurazioni e tecniche utilizzate per la realizzazione delle BPR, le possibili applicazioni delle stesse con riferimento alla bonifica di siti contaminati da metalli pesanti, le caratteristiche fisico, chimiche e geotecniche dei materiali comunemente utilizzati per la realizzazione dei diaframmi reattivi, con particolare rife- rimento a quelle che impiegano come mezzo reattivo miscele granulari a base di ferro zero valente, e le conoscenze necessarie per condurre una corretta progettazione alla luce delle più recenti ricerche disponibili in letteratura.

La presente memoria, illustra i principali risultati di un esteso studio sperimentale volto a valutare l’efficienza di miscele reattive di ferro zero valente (Fe0) e pomice da utilizzare nelle BPR per il trattamento delle acque di falda contaminate da metalli pesanti quali il nichel, il rame e lo zinco. I risultati di tali ricerche hanno consentito di valutare l’efficacia di rimozione degli inquinanti e il comportamento idraulico a breve e a lungo termine dei materiali reattivi, al variare della velocità di flusso e della concentrazione degli inquinanti. I risultati della ricerca hanno inoltre consentito di valutare l’affidabilità delle prove in colonna accelerate ai fini del dimensionamento delle BPR.

 


Sommario Sommar …


AUTORI: Moraci N., Bilardi S., Calabrò P.S.
RIG ANNO:2014 NUMERO:2
Numero di pagine: 61


Allegato: https://associazionegeotecnica.it/wp-content/uploads/2018/01/2_2015_059moraci.pdf
Allegato:
Articolo completo: https://associazionegeotecnica.it/wp-content/uploads/2018/01/2_2015_059moraci.pdf