Inflluenza delle caratteristiche strutturali sull’anisotropia delle rocce

 

La nota prende in considerazione le principali caratteristiche di anisotropia elastica delle rocce, dedicando particolare attenzione alle microfessure che spesso sono presenti secondo orientazioni non casuali e che rappresentano un fattore di notevole importanza per la comprensione del particolare comportamento di numerose rocce anisotrope.

Vengono esaminati i principali tipi di simmetria elastica delle rocce e vengono descritti i modelli in base ai quali e possibile

 

La nota prende in considerazione le principali caratteristiche di anisotropia elastica delle rocce, dedicando particolare attenzione alle microfessure che spesso sono presenti secondo orientazioni non casuali e che rappresentano un fattore di notevole importanza per la comprensione del particolare comportamento di numerose rocce anisotrope.

Vengono esaminati i principali tipi di simmetria elastica delle rocce e vengono descritti i modelli in base ai quali e possibile

semplificare la trattazione dei problemi pratici di anisotropia delle rocce riducendone il numero delle costanti elastiche indipendenti.

L’influenza delle microfessure ad orientazione non casuale viene valutata quantitativamente utilizzando tecniche teoriche

analoghe a quelle già impiegate da vari Autori per le rocce isotrope. L’analisi svolta mostra che le microfessure aperte

inducono nella roccia una simmetria di tipo ortotropo caratterizzata da sole 4 costanti elastiche indipendenti. Le fessure

chiuse inducono invece nella roccia un comportamento elastico non lineare e la simmetria risultante e di tipo triclino

nel caso più generale.

La nota considera inoltre l’influenza delle stato di sforzo sulla deformabilità, per evidenziare il contributo, sia delle fessure inizialmente aperte che progressivamente si chiudono, sia delle fessure inizialmente chiuse che si mobilizzano al crescere dello sforzo applicato, Viene infine effettuata una simulazione del comportamento di rocce interessate da vari sistemi

di microfessure sia aperte che chiuse e da microfessure ad orientazione statisticamente isotropa. ll confronto tra i risultati sperimentali e quelli ottenuti con la simulazione mette in luce una soddisfacente rispondenza di comportamento e

conforta quindi la validità della teoria e delle ipotesi di partenza.


  La nota …


AUTORI: Crea G. Martino D. Ribacchi R.
RIG ANNO:1980 NUMERO:4
Numero di pagine: 235


Allegato: https://associazionegeotecnica.it/wp-content/uploads/2010/09/RIG_1981_4_235.pdf
Allegato:
Articolo completo: https://associazionegeotecnica.it/wp-content/uploads/2010/09/RIG_1981_4_235.pdf