Anisotropia della resistenza non drenata di argille normalmente consolidate

 

Si propone un’interpretazione teorica del1'anisotropia della resistenza non drenata riscontrata in prove speri-

mentali, triassiali e di taglio.

Lo studio è rivolto all’analisi dell’anisotropia indotta dall’orientamento delle direzioni principali delle tensioni che av-

viene nel passaggio dalla fase di consolidaziorne anisotropa, a quella di rottura. L’anisotropia delle caratteristiche intrinse-

che di resistenza e di deformabilità non viene considerata.

 

Si propone un’interpretazione teorica del1'anisotropia della resistenza non drenata riscontrata in prove speri-

mentali, triassiali e di taglio.

Lo studio è rivolto all’analisi dell’anisotropia indotta dall’orientamento delle direzioni principali delle tensioni che av-

viene nel passaggio dalla fase di consolidaziorne anisotropa, a quella di rottura. L’anisotropia delle caratteristiche intrinse-

che di resistenza e di deformabilità non viene considerata.

Si analizzano i casi relativi ad uno stato tensionale piano e tridimensionale in condizioni di assialsimmetria e di defor-

mazione piana.

Le previsioni teoriche sono quindi confrontate con i risultati sperimentali ottenuti sull'argilla di Fiumicino e con quelli

di alcuni materiali argillosi pubblicati nella letteratura.

Si introduce inoltre un « grado di anisotropia indotto » di cui si studia la variazione con i parametri intrinseci del terreno.


  Si propo …


AUTORI: Cavalera L. Scarpelli G.
RIG ANNO:1979 NUMERO:3
Numero di pagine: 181


Allegato: https://associazionegeotecnica.it/wp-content/uploads/2011/01/rig_1980_3_181.pdf
Allegato:
Articolo completo: https://associazionegeotecnica.it/wp-content/uploads/2011/01/rig_1980_3_181.pdf