Analisi dinamica accoppiata della diga Marana Capacciotti

L’articolo riguarda lo studio del comportamento dinamico della diga Marana Capacciotti, situata a 13.5 km a sud-ovest della città di Cerignola (FG), adottando un approccio in tensioni efficaci completamente accoppiato, implementato in un codice agli elementi finiti non commerciale. Il comportamento meccanico dei terreni di fondazione e del corpo diga è stato simulato con un modello costitutivo a doppia superficie sviluppato nell’ambito della teoria della plasticità incrudente. La calibrazione dei parametri costitutivi è stata eseguita utilizzando i risultati di un’ampia campagna sperimentale di laboratorio eseguita su campioni indisturbati dei terreni costituenti il corpo diga e quelli di fondazione. Per definire in maniera appropriata lo stato tensionale iniziale ed il valore delle variabili interne del modello, prima dell’applicazione dell’azione sismica in corrispondenza della formazione rocciosa di base sono state simulate la storia geologica del deposito di fondazione, la costruzione del corpo diga ed il riempimento dell’invaso. A tal proposito, nella nota viene evidenziata l’influenza dello stato iniziale sui risultati delle analisi dinamiche, adottando due differenti ipotesi nella simulazione della costruzione del corpo diga. Il comportamento dell’opera in condizioni sismiche è stato analizzato applicando alla base del dominio d’analisi una serie di accelerogrammi reali caratterizzati da spettri di risposta compatibili con quanto previsto per il sito in esame dalle mappe di pericolosità sismica dell’INGV [GRUPPO DI LAVORO MPS, 2004]. In particolare, nella nota vengono commentati i risultati di un’analisi parametrica volta ad evidenziare l’influenza dello stato iniziale, del contenuto in frequenza del segnale sismico di input, del valore dell’accelerazione massima alla formazione rocciosa e dello smorzamento viscoso introdotto nelle simulazioni.


L’articol …


AUTORI: Amorosi A., Elia G.
RIG ANNO:2007 NUMERO:4
Numero di pagine: 78


Allegato: https://associazionegeotecnica.it/wp-content/uploads/2010/03/RIG_2008_4_078.pdf
Allegato:
Articolo completo: https://associazionegeotecnica.it/wp-content/uploads/2010/03/RIG_2008_4_078.pdf