Accesso utente

Accedi

XXIV Convegno Nazionale di Geotecnica

In vista della composizione del secondo bollettino del XXIV Convegno Nazionale di Geotecnica, l'AGI ha deciso di richiedere ai soci immagini che possano ben rappresentare sia la sede del Convegno (la città di Napoli) sia il tema dell'evento (le nuove tecnologie).

Le immagini, da inviare per email, dovranno essere preferibilmente inquadrature orizzontali che meglio si adattano al formato del bollettino e del volume degli atti, in formato jpeg di buona risoluzione e dovranno essere libere da copyright. Ovviamente nessuna immagine potà contenere loghi pubblicitari. Tutte le foto ricevute saranno esposte in appositi spazi dell'area espositiva del convegno. 

Per poter offrire un panorama vasto e completo contribuendo ad una stimolante discussione, i comitati scientifico ed organizzatore invitano tutti i Soci che non l'avessero gia' fatto ad inviare contributi inerenti alle varie ed estese tematiche del convegno. In relazione a ciò si e' deciso di prorogare il termine per la presentazione dei sommari al 31 luglio 2010.

 

Banca dati accelerometrica ITACA

E’ stata recentemente aggiornata la banca dati accelerometrica italiana ITACA. La nuova banca dati è stata integrata con le registrazioni degli eventi sismici più recenti, compresi i dati del terremoto dell’Aquila del 6 Aprile 2009 e delle sue repliche più forti. Inoltre sono state aggiornate le monografie di stazione, includendo, per un numero significativo di esse, misure dei profili di velocità delle onde di taglio, Vs. I dati accelerometrici sono stati ri-processati ponendo particolare attenzione ai segnali analogici e alla compatibilità tra accelerogramma corretto e grandezze da esso derivate. Particolarmente rilevante dal punto di vista ingegneristico è l’introduzione di un nuovo sistema di ricerca on-line per la selezione di registrazioni spettro-compatibili.

link: ITACA Data Base

Norme Tecniche per le Costruzioni

Sul sito dell'AGI è ora possibile scaricare le Norme Tecniche per le Costruzioni del 2008 e le relative istruzioni per l'applicazione in formato pdf.

link: Norme Tecniche per le Costruzioni

XXIV Convegno Nazionale di Geotecnica

Nel giugno del 2011 si terrà a Napoli il XXIV Convegno Nazionale di Geotecnica dedicato al tema "Innovazione tecnoligica in Ingegneria Geotecnica". Si tratta di un ritorno nella città che ha visto l'organizzazione del primo Convegno italiano di Geotecnica nel 1953 e soprattutto del tentativo di contribuire a rinsaldare i rapporti tra i mondi imprenditoriali, professionali ed accademici nello spirito che diede origine alla nostra Associazione il 19 dicembre 1947 e che vide come primo presidente l'ing. Giovanni Rodio.
Il tema scelto, infatti, serve a rimarcare che ricerca, innovazione industriale, progettazione devono marciare insieme in una sinergia che potrà portare benefici alla diffusione della cultura goetecnica nel nostro paese ed alla proficua interazione con quella sviluppata negli altri paesi, con i quali sussistono collaborazioni e scambi sia a livello di ricerca sia a livello imprenditoriale.
Il termine tecnologia deriva dall'unione delle parole greche τεχνη e λογοσ e racchiude in sé lo spirito dell'ingegneria che non è solo tecnica o solo ragionamento, ma sviluppo ed applicazione razionale della tecnica, basata sui principi della fisica-matematica e della chimica. La ricerca e l'innovazione sono poi nel DNA della geotecnica moderna che, nata meno di un secolo fa, è cresciuta con un tasso di sviluppo che non ha eguali nelle altre discipline dell'ingegneria civile.  L'innovazione tecnologica in geotecnica non va quindi vista come patrimonio esclusivo dell'industria o delle imprese di costruzione ma come collante che unisce le varie componenti dell'Associazione Geotecnica Italiana. Lo sviluppo, la comprensione e l'utlizzazione consapevole di nuove tecnologie porterà alla realizzazione di opere sempre più ardite, più economiche, nel rispetto della sicurezza, dell'ambiante naturale e di quello costruito con tutto il suo patrimonio di storia e di cultura che lo accompagna. La costruzione di fondazioni in condizioni difficili o di grandi strutture industriali, gli scavi in ambito urbano per parcheggi interrati o linee metropolitane, la realizzazione di discariche o la bonifica di siti inquinati rappresentano tanti campi nei quali l'uso intelligente delle nuove tecnologie può risultare estremamente proficuo. Si tratta quindi di un tema attuale, soprattutto nel nostro paese e soprattutto in un periodo di crisi economica, che si auspica possa terminare al più presto ma che dovrebbe invitare allo sviluppo della ricerca industriale e di base.

Link dell'evento